Intervenga la magistratura ordinaria e contabile: motivano la proroga per l’agenzia di partito Robespierre con il decreto sul riordino delle province. Ma le province non sono state abolite. Ecco un altro pezzo di groviglio sulle spalle dei contribuenti

Come direbbe il giornalista iscritto all’albo e collaboratore dell’agenzia Robespierre: “grasse risate…”. Qui c’è poco da ridere.

Passiamo ai fatti.

Le parole di Franco Ceccuzzi su agenzia Robespierre (anno 2006)

http://www.francoceccuzzi.it/wordpress/?p=198

Nel 1999 non avevamo ancora il sito web, né un’agenzia che curasse la nostra comunicazione in via continuativa, né un ufficio stampa. Dal nostro ufficio stampa che è si avviato nel 2002, è nata due anni dopo l’Agenzia Robespierre che oggi occupa sei giovani e che si è fatta strada in un settore difficile.” Si è fatta strada grazie agli incarichi degli enti locali guidati dallo stesso partito!!!

Con determinazione dirigenziale n. 546 del 31/3/2010, pubblicato sulla G.U.C.E. n.2010/S-69-103792 del 9/4/2010, veniva indetta gara di appalto (procedura aperta), con il criterio di aggiudicazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa, per l’implementazione del servizio di informazione e comunicazione delle azioni promosse dalla Provincia di Siena; – che con determinazione di questo settore n. 1393 dell’8/9/2010 veniva aggiudicato definitivamente il servizio alla S.A.S. Robespierre con scadenza 10 novembre 2012, come da contratto, Repertorio n. 9333 del 10/11/2010 . L’appalto era all’incirca di 260 mila euro.

In data 9 novembre 2012 il dirigente della provincia di Siena Luca Rossi decide con atto dirigenziale di prorogare l’incarico all’agenzia Robespierre facendo riferimento al decreto che doveva riordinare le province. Morale della storia: le province non sono state riordinate ma all’agenzia di riferimento del Ceccuzzi la proroga è stata deliberata. Ecco il testo della determinazione dirigenziale che mettiamo a disposizione della magistratura:

“SETTORE AFFARI ISTITUZIONALI

Determinazione dirigenziale

Raccolta n. 1562 del 09/11/2012

Oggetto:

IMPLEMENTAZIONE DEL SERVIZIO DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE

DELLE ATTIVITA’ PROMOSSE DALLA PROVINCIA DI SIENA – PROROGA DEL

SERVIZIO AI SENSI DELL’ART.57, COMMA 5, SUB B) DEL DLGS N. 163/2006

Il Dirigente

PREMESSO

– che con bando di gara , approvato con determinazione dirigenziale n.546 del 31/3/2010,

pubblicato sulla G.U.C.E. n.2010/S-69-103792 del 9/4/2010, veniva indetta gara di appalto

(procedura aperta), con il criterio di aggiudicazione dell’offerta economicamente più

vantaggiosa, per l’implementazione del servizio di informazione e comunicazione delle

azioni promosse dalla Provincia di Siena;

– che con determinazione di questo settore n. 1393 dell’8/9/2010 veniva aggiudicato

definitivamente il servizio alla S.A.S. Robespierre con scadenza 10 novembre 2012, come

da contratto, Repertorio n. 9333 del 10/11/2010;

VISTO

– l’articolo 17 del decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito, con modificazioni, dalla

legge 7 agosto 2012, n. 135 recante: “Disposizioni urgenti per la revisione della spesa

pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini” con il quale è stato previsto il riordino delle

Province, disciplinandone il relativo procedimento che si conclude con un atto legislativo di

iniziativa governativa;

– Il decreto legge del 05/11/2012 n. 188 sul riordino delle Province.

CONSIDERATA

la straordinaria necessità di proseguire nello svolgimento di alcuni servizi ritenuti utili e

opportuni per i cittadini come l’informazione e la comunicazione, a cominciare dal riordino

istituzionale di interesse generale;

PRESO ATTO

che il contratto in essere, con il quale è affidato il servizio di informazione e comunicazione

delle attività dell’Ente, alla S.a.S. Robespierre, è in scadenza con il prossimo 9 novembre

2012;

VALUTATA

la difficoltà a promuovere l’avvio per una nuova gara di affidamento del servizio in attesa

di essere fissati i criteri e modalità operative uniformi per la regolazione in sede

amministrativa degli effetti della successione, anche con riguardo alla gestione delle

risorse umane, finanziarie e strumentali, come stabilito dall’art. 6 del citato Decreto Legge

n. 188/2012

VISTO

Il comma 4 dell’art.1 del contratto stipulato con la S.a.S. Robespierre, sopra citato: “ La

durata dell’appalto è di mesi 24 (ventiquattro). La Provincia si riserva, nel triennio

successivo alla stipula del presente contratto, la facoltà

di affidare, ai sensi

dell’art.57,comma 5, sub b) del D.Lgs. n.163/2006, alla impresa Robespierre sas mediante

procedura negoziata, la ripetizione per ulteriori tre anni di servizi analoghi, conformemente

ai patti di cui al presente contratto e al progetto base elaborato in sede di offerta ”

VISTE

– la lettera di questa Provincia, Prot. N. 171082 del 25/10/20112, in atti, inviata alla Ditta

Robespierre S.a.S., con la quale si richiede la disponibilità a proseguire nelle attività

ponendo alcune condizioni, quali:

1. Proroga per 1 anno del rapporto contrattuale salva la possibilità degli ulteriori 2 anni,

previsti nel capitolato, da comunicare, eventualmente, entro 60 giorni prima della nuova

scadenza del 10 novembre 2013;

2. Riduzione del prezzo di appalto in misura percentuale da concordare, attesa la

ripetizione, nell’anno di proroga, dei servizi già espletati;

3 – scioglimento del contratto nel caso di estinzione dell’attuale Ente Provincia .

– le risposte della SaS Robespierre in data 30 ottobre e 5 novembre 2012, in atti, con le

quali si accettano tutte le condizioni di cui sopra e si dichiara la disponibilità ad applicare

un ulteriore sconto sul costo del servizio pari al 5%, rimanendo invariati il resto dei patti e

condizioni di cui al capitolato e al precedente contratto stipulato in data 10/11/2010;

VISTO

lo schema del nuovo contratto, in atti;

VERIFICATA

la regolarità della procedura e ritenuto pertanto di dover procedere al proseguimento del

servizio in oggetto affidato alla SaS ROBESPIERRE, per il prezzo offerto in sede di

trattativa negoziata, relativo al periodo 10 Novembre 2012 – 10 novembre 2013, di €

123.619,68 +Iva 21% € 25.960,13 pari a complessivi € 149.579,81;

DATO ATTO

che il responsabile del procedimento è il dr. Luca ROSSI, Dirigente Settore Affari

Istituzionali;

PRECISATO

che ai sensi dell’art. 17 della L.r. n.38 del 13/2/2007 è stata accertata la regolarità

contributiva dell’impresa aggiudicataria così come risulta da DURC in atti;

VISTO

il Bilancio di previsione dell’anno 2012, approvato con deliberazione C.P. n. 5 del

17/2/2012;

VISTI

l’art. 2 del D.Lgs. n.163/20067, in ordine ai principi nella realizzazione di lavori, servizi

e forniture pubbliche;

l’art. 192 del D.Lgs. n.267/2000 in materia di determinazioni a contrarre e relative

procedure;

– l’art. 17 del regolamento per la disciplina dell’attività contrattuale;

– il vigente Regolamento sull’ ordinamento generale dei Servizi e degli uffici dell’ Ente;

– L’art.57,comma 5, sub b) del D.Lgs. n.163/2006

RAVVISATA

la propria competenza di provvedere in merito ai sensi della seguente normativa:

– -art. 4, comma 2 – del D.Lgs. 30/3/2001, n.165;

– -art. 107 del TUEL n.267 del 18/8/2000

– -art. 40 dello Statuto dell’Ente

DETERMINA

per le motivazioni indicate in premessa:

1. di affidare, alla ROBESPIERRE SaS di Siena – Via del Cavallerizzo, 1 Partiva Iva e

Codice Fiscale 01117120525, il proseguimento del servizio di informazione e

comunicazione delle attività della Provincia di Siena, per il periodo 10 novembre 2012

– 10 novembre 2013;

2. di stabilire che il servizio viene svolto secondo quanto contenuto nel capitolato

speciale di appalto, approvato in sede di gara e a quando disposto nel nuovo contratto,

depositati entrambi in atti presso questo Ufficio, per un importo di € 123.619,68 +Iva

21% € 25.960,13, pari a complessivi € 149.579,81;

Di impegnare le somme come di seguito dettagliate:

Impegno n. dell’anno Capitolo Articolo Cod. Siope

Imp. €

4062 2012 15900 2 1332 € 46.681,07

53 2013 15900 2 1332 € 25.620,00

52 2013 1321 0 1332 € 74.380,00

4069 2012 1321 0 1332 € 2.898,74

Il presente provvedimento, soggetto a pubblicazione, è esecutivo dalla data di apposizione del

visto di regolarità contabile da parte del responsabile del servizio finanziario, ai sensi dell’art. 151,

comma 4, del D.Lgs.267/2000.

Il medesimo, ai sensi dell’art. 6 del Regolamento per la disciplina del diritto di accesso ai

documenti amministrativi e della deliberazione G.P. n. 13 del 20.01.2004, è reso pubblico

mediante

inserimento

sul

sito

internet

dell’Amministrazione

(www.provincia.siena.it), con procedura automatizzata.

Il DIRIGENTE AFFARI ISTITUZIONALI

ROSSI LUCA

Siena 09/11/2012

IN ORDINE ALLA REGOLARITA’ DELL’ISTRUTTORIA

Il Responsabile attesta la regolarità e completezza dell’istruttoria

IL RESPONSABILE

Provinciale

di

Siena

Siena 09/11/2012

Il partito ceccuzziano ha distrutto la città e la provincia e questi continuano a raccogliere appalti con i soldi dei cittadini.Ecco un altro pezzo di groviglio.

2 comments ↓

#1 No comment on 02.21.13 at 19:33

si sa tutti perché quelli anzi quella continua a lavorare è una vergogna. Ci sono persone che lavorano e studiano e non sono considerate da nessuno. Loro si so assicurati il futuro alla faccia di tutti noi e prendendosi gioco di tutti noi.

#2 lusigno on 02.21.13 at 21:19

Ma da qualche parte la dovevano investire l’IMU più costosa d’Italia!! (La Qutoa che dallo Stato ritorna agli enti come le provincie)
Continuiamo a votare chi ci ha messo le aliquote da primato!!

Leave a Comment